venerdì 6 novembre 2015

Colpa dello Stato?

Segnalo questo articolo. La parte più interessante è costituita dai commenti, grondanti di odio verso i giudici e di intolleranza verso lo straniero.
Un sessantaduenne muore per arresto cardiaco. "Ucciso dallo stato, che lo aveva condannato a cinque anni di reclusione per aver ferito due presunti ladri che si erano introdotti nella sua proprietà".
Se questo argomento fosse plausibilmente spendibile in un'aula di tribunale, la famiglia di una persona che abbia subito una condanna potrebbe, al momento della sua morte, far causa allo stato e pretendere dai magistrati un corposo risarcimento.

Nessun commento:

Posta un commento

Aspettando il quattro marzo/2

Da spettatore non sempre attento ho l'impressione che questa campagna elettorale veda una strana e trasversale polarizzazione: poche per...